CHIUDI

Prossimo evento

Linfomi indolenti, una patologia in evoluzione

Corso teorico-pratico per la gestione ottimale dei pazienti affetti da linfoma mantellare, linfoma follicolare e leucemia linfatica cronica

Torino, 21-22-23 maggio 2018

Responsabile Scientifico
Umberto Vitolo, Torino

Questo evento sarà l’occasione per fare il punto sui criteri e parametri necessari per una corretta impostazione diagnostica dei pazienti affetti da linfoma mantellare, linfoma follicolare e leucemia linfatica cronica, sulla base delle nuove evidenze scientifiche. Durante l’incontro verranno affrontate le diverse possibilità terapeutiche sia nei pazienti giovani che anziani e verranno presentate le diverse terapie sia quelle tradizionali, standard sia quelle più recenti ed innovative. Verrà inoltre data particolare attenzione alla gestione pratica degli effetti collaterali dei trattamenti con i nuovi farmaci biologici.
L’evento sarà strutturato con presentazioni frontali sull’inquadramento diagnostico sia molecolare ed immunofenotipico che radiologico, seguite da relazioni sui principali aspetti terapeutici ed arricchito dalla discussione di casi clinici per implementare al meglio nella pratica clinica le nozioni acquisite. Inoltre i partecipanti avranno la possibilità di una frequenza pratica negli ambulatori e nei reparti dell’ematologia con un tutor dedicato con cui affrontare “sul campo” le difficoltà terapeutiche in questi pazienti.

Programma

Lunedì 21 - I giornata

ORE 9.00
Welcome coffee, registrazione dei partecipanti e apertura del corso
ORE 9.30
FREQUENZA CLINICA I
Introduzione al corso - Umberto Vitolo
Divisione dei partecipanti in gruppi, affidamento ai tutor e frequenza negli ambulatori e DH
ORE 13.30
Lunch

I sessione: Ruolo dell’imaging nelle malattie linfoproliferative

ORE 14.30
Ruolo della TC
Giorgio Limerutti
ORE 15.15
Ruolo della PET
Alberto Biggi
ORE 16.00
Coffee Break

II sessione: Diagnostica di laboratorio

ORE 16.30
Le alterazioni molecolari e citogenetiche nella leucemia linfatica cronica e nel linfoma mantellare
Gianluca Gaidano
ORE 17.00
La citofluorimetria nella diagnosi e nella definizione della risposta
Marta Coscia
Discussant: Paola Omedè
ORE 18.00
Conclusioni della giornata
Umberto Vitolo

Martedì 22 - II giornata

Ruolo dell’infermiere nella pratica clinica e nella sperimentazione
ORE 9.00
Integrazione medico-infermiere nella gestione della terapia ambulatoriale, di day Hospital e di ricerca delle sperimentazioni cliniche
Lorella Orsucci
Discussants: Vincenza Montanaro , Carlotta Delfino
ORE 10.00
ATTIVITÀ PRATICA
Divisione dei partecipanti in gruppi, affidamento ai tutor e frequenza negli ambulatori e DH
ORE 13.00
Lunch

III sessione: Stato dell’arte e approcci terapeutici nel Linfoma Follicolare

ORE 14.00
Il trattamento del Linfoma Follicolare in I linea
Carola Boccomini
ORE 14.45
La terapia delle recidive e nuovi farmaci nel Linfoma Follicolare
Luca Arcaini

IV sessione: Stato dell’arte e approcci terapeutici nella Leucemia Linfatica Cronica

ORE 15.30
Terapia dei pazienti in prima linea
Lorella Orsucci
ORE 16.15
Terapia dei pazienti in recidiva
Marta Coscia
ORE 17.00
Coffee Break
ORE 17.15
Inibitori di BCL2: meccanismo di azione e nuove prospettive terapeutiche
Massimo Massaia
ORE 18.00
La gestione pratica e il controllo degli effetti collaterali dei pazienti in terapia con nuovi farmaci biologici
Candida Vitale
ORE 18.45
Conclusioni della giornata
Umberto Vitolo

Mercoledì 23 - III giornata

ORE 9.00
FREQUENZA CLINICA 2
Discussione di casi clinici selezionati presentati dai discenti moderata da: Umberto Vitolo, Lorella Orsucci, Marta Coscia
ORE 11.00
Coffee Break

V sessione: Stato dell’arte e approcci terapeutici nel Linfoma Mantellare

ORE 11.15
Anatomia patologica del Linfoma Mantellare
Alberto Zamò
ORE 12.00
Linfoma Mantellare: terapia di i linea
Maurizio Martelli
ORE 12.45
Linfoma Mantellare: il trattamento delle recidive e nuovi farmaci
Carlo Visco
ORE 13.30
Conclusioni
Umberto Vitolo

Informazioni generali

Segreteria Scientifica

Marta Coscia
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino
Presidio Molinette

Massimo Massaia
AO Santa Croce e Carle, Cuneo
Università degli Studi di Torino

Lorella Orsucci
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino
Presidio Molinette

Destinatari

Medici chirurghi – Discipline: Ematologia, Medicina Interna, Oncologia

ECM

Il provider summeet srl (n. 604) ha inserito nel programma formativo l’evento assegnando 26 crediti. L’assegnazione dei crediti è subordinata alla partecipazione effettiva all’intero programma e alla verifica dell’apprendimento.

Sede del corso

Aula CERMS - AOU Città della Salute e della Scienza di Torino
Presidio Molinette
Via Cherasco, 15 - Torino

Segreteria organizzativa

Comunicare Torino
Tel. +39 011 660 42 84
Email. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.eventi-comunicare.it

main sponsor

Gilead Janssen

si ringrazia

Abbvie

Incontro di aggiornamento sui disordini linfoproliferativi e sui protocolli della Fondazione Italiana Linfomi

Torino, 24 novembre 2017

Responsabile Scientifico
Umberto Vitolo, Torino

I disordini linfoproliferativi sono un gruppo di neoplasie che comprende principalmente le leucemie linfatiche croniche ed i linfomi, che hanno origine dai linfociti B o dai linfociti T e costituiscono nel loro complesso la neoplasia ematologica più frequente. L’incidenza dei LNH è in continua crescita e aumenta all’aumentare dell’età, raggiungendo un picco dopo i 70 anni e con una mediana di insorgenza di 65 anni. Alcuni LNH aggressivi tendono ad interessare soggetti più giovani con una mediana di incidenza intorno ai 40 anni.

I linfomi sono, in generale, patologie chemio e radiosensibili, e quindi, chemioterapia e radioterapia sono le principali armi a disposizione. Negli ultimi anni sono stati sviluppati nuovi farmaci cosiddetti “biologici” il cui impiego ha consentito di aumentare significativamente il tasso di risposte, la sopravvivenza libera da malattia e la sopravvivenza globale.

La prognosi dei pazienti affetti da linfoma è molto migliorata nel corso del tempo grazie all’apporto di studi clinici e all’introduzione di nuovi farmaci che risultano ben tollerati dai soggetti e apportano minore tossicità. Tutte le terapie antineoplastiche esigono il rispetto di protocolli e regole comportamentali particolari.

La Fondazione Italiana Linfomi FIL ONLUS è un organo di coordinamento delle attività svolte in Italia nel campo dei linfomi da oltre 120 Centri distribuiti su tutto il territorio nazionale, con lo scopo di migliorare la loro capacità di ricerca e di assistenza. Non ha scopo di lucro in quanto persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale, svolgendo infatti attività di ricerca scientifica nel campo dei linfomi tramite la promozione di studi clinici.

La prima sessione sarà dedicata ad un focus sul linfoma follicolare con aggiornamenti sulle nuove possibilità terapeutiche in prima linea con nuovi anticorpi antiCD20, la possibilità di terapie “chemo-free” e nuovi dati su strumenti per definire la prognosi quali la PET e la malattia minima residua. Seguirà una lettura su una terapia molto attuale con i “check-point inhibitors” che stanno acquisendo un ruolo sempre più importante anche nei linfomi. Vi sarà, inoltre, un aggiornamento dei protocolli FIL in corso. Ogni relatore svilupperà la propria relazione con il fine di affrontare e discutere collegialmente le problematiche di quotidiana presentazione e di valutare collegialmente le conseguenti opzioni terapeutiche sulla base dell’esperienza e dei risultati pubblicati in letteratura. È lasciato ampio spazio alla discussione con i partecipanti.

L’incontro è riservato ai centri ematologici operanti in Piemonte, Liguria e Lombardia e rappresenta un’importante opportunità di aggiornamento sui disordini linfoproliferativi sia per ematologi ed oncologi esperti in tal campo e sia per ematologi ed oncologi o medici internisti con meno esperienza in tale campo, ma che devono seguire quotidianamente tali pazienti.

Programma

Scarica il programma in PDF

ORE 9.00
Welcome coffee e registrazione partecipanti
ORE 9.20
Disordini linfoproliferativi e protocolli della Fondazione Italiana Linfomi
Mario Boccadoro (Torino), Umberto Vitolo (Torino)

Update sul Linfoma follicolare

Moderatori: Marco Ladetto (Alessandria) e Umberto Vitolo (Torino)

ORE 9.40
Nuove prospettive nella terapia di prima linea
Luca Arcaini (Pavia)
ORE 10.00
Biologia Molecolare e MRD: ruolo delle nuove metodiche e del Microambiente
Marco Ladetto (Alessandria)
ORE 10.20
Ruolo della PET alla diagnosi ed al termine del trattamento
Stefano Luminari (Reggio Emilia)
ORE 10.40
Radioterapia a basse dosi nei linfomi indolenti
Umberto Ricardi (Torino)
ORE 11.00
Possibilità di terapia “chemo-free” nei linfomi follicolari
Giuseppe Rossi (Brescia)
ORE 11.30
Discussione
ORE 12.30
Lettura

Inibitori dei checkpoints immunologici nei Linfomi

Carmelo Carlo Stella (Rozzano-MI)
Presenta: Giuseppe Saglio (Torino)
ORE 12.30
Discussione
ORE 13.00
Colazione di lavoro

Aggiornamenti di protocolli FIL

Moderatori: Gianluca Gaidano (Novara)e Massimo Massaia (Cuneo)

ORE 14.00
Linfomi di Hodgkin - Barbara Botto (Torino)
Linfomi indolenti non follicolari - Lorella Orsucci (Torino)
Linfomi follicolari - Federica Cavallo (Torino)
Linfomi a grandi cellule - Annalisa Chiappella (Torino)
Linfomi mantellari - Luca Nassi (Novara)
Linfomi T - Flavia Salvi (Alessandria)
ORE 16.30
Discussione
ORE 17.15
Compilazione questionario ECM
ORE 17.30
Conclusioni e chiusura dei lavori
Umberto Vitolo (Torino)
Marco Ladetto (Alessandria)

Informazioni generali

Patrocinio richiesto

Società Italiana di Ematologia

Responsabile Scientifico

Umberto Vitolo
Direttore SC Ematologia Ospedaliera
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino – Presidio Molinette

Iscrizioni

La partecipazione al Convegno è gratuita, sino ad esaurimento dei posti disponibili. Per iscriversi è necessario telefonare o inviare una mail con i dati del richiedente alla Segreteria Organizzativa.

Destinatari

Medici specialisti in: Oncologia, Ematologia, Medicina Interna, Radioterapia; Biologi; Infermieri.

ECM

Il Provider SUMMEET srl (n. 604) ha inserito nel programma formativo l’evento assegnando 7 crediti. L’assegnazione dei crediti è subordinata alla partecipazione effettiva all’intero programma e alla verifica dell’apprendimento.

Sede del corso

Sala Giolitti - Centro Congressi Torino Incontra
Via Nino Costa, 8 – Torino

Segreteria organizzativa

Comunicare, Torino
Tel. +39 011 660 42 84
Email. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.eventi-comunicare.it

main sponsor

Gilead Janssen Oncology

sponsor

Abbvie Amgen Bristol-Myers Squibb MSD Mundipharma Roche Takeda Teva

Workshop teorico-pratico per la gestione ottimale del paziente anziano affetto da neoplasie ematologiche

Torino, 13-14-15 novembre 2017

Coordinatori e Responsabili Scientifici
Dr. Marco Ladetto, Alessandria
Prof. Giuseppe Saglio, Torino
Dr. Umberto Vitolo, Torino

Le emopatie dell’anziano sono un problema sempre più attuale, come conseguenza dell’incremento dell’età media della popolazione e dell’aumento di incidenza di queste patologie con l’aumentare dell’età. La prognosi dei pazienti anziani è in genere peggiore, la tolleranza ai citostatici ridotta e la tossicità più elevata. La terapia antineoplastica in età avanzata esige perciò il rispetto di protocolli e regole comportamentali particolari. Non sempre schemi terapeutici a ridotta intensità sono la soluzione ideale, mentre è rilevante una strategia modulata sulla base della fragilità geriatrica valutata con gli strumenti disponibili, quali le scale di comorbilità o i questionari sullo stato di attività (PS, ADL, IADL, mini mental scale ecc.).

Il corso intende affrontare il tema della strategia terapeutica da impiegare nelle emopatie dell’anziano. Il corso si struttura in una prima parte introduttiva dedicata alla gestione della salute nel paziente anziano, della fisiologica senescenza dell’emopoiesi, delle tossicità ematologiche e del rischio trombo embolico. Le sessioni successive saranno dedicate alla gestione delle specifiche patologie ematologiche con i percorsi terapeutici più razionali e l’eventuale sviluppo di target therapy, più efficace e meno tossica. Nel corso sono inoltre previste:

  • una sessione infermieristica in cui verrà discusso il ruolo dell’infermiere nella valutazione dei bisogni assistenziali e terapeutici del paziente anziano. Particolare attenzione verrà posta alla possibilità di integrazione medico-infermiere nella gestione della terapia ambulatoriale e di day-hospital e al ruolo infermieristico nella valutazione della tossicità da chemioterapia;
  • una sessione di frequenza clinica dove i discenti saranno suddivisi in piccoli gruppi di frequenza pratica negli ambulatori e nel Day-hospital dei Reparti di Ematologia Ospedaliera e Universitaria sotto la supervisione di tutor dedicati.

Programma

Scarica il programma in PDF

Lunedì 13 novembre

ORE 9.30
Welcome coffee, registrazione dei partecipanti ed apertura del corso

Sessione 1: Inquadramento e gestione del paziente anziano

ORE 10.00
Valutazione geriatrica del paziente ematologico come base per la terapia
Michele Spina, Aviano (Pn)
ORE 10.45
Valutazione della cardiotossicità
Daniela Cardinale, Milano
ORE 11.30
Problematiche infettivologiche
Silvia Corcione, Torino
ORE 12.15
Gestione del rischio trombo-embolico e profilassi
Roberto Santi, Alessandria
ORE 13.00
Discussione
ORE 13.15
Lunch
ORE 14.00
Possibilità di target therapy nella patologia linfomatosa dell’anziano
Gianluca Gaidano, Novara
ORE 14.45
Linfomi aggressivi
Annalisa Chiappella, Torino
ORE 15.30
Coffee Break
ORE 15.45
Linfomi indolenti non follicolari
Carola Boccomini, Torino
ORE 16.30
Meccanismo d’azione e ruolo della terapia con Obinotuzumab nei linfomi
Umberto Vitolo, Torino
ORE 17.45
Conclusioni della giornata

Martedì 14 novembre

Sessione 2: Il Ruolo dell’infermiere

ORE 9.15
Il ruolo infermieristico nella valutazione delle tossicità
Mariamarcella Lionetti, Torino
ORE 10.00
Integrazione infermiere-medico nella gestione della terapia ambulatoriale o di day hospital
Daniela Boetto, Torino
ORE 10.30
Frequenza clinica 1
Divisione dei partecipanti in gruppi e frequenza negli ambulatori e DH:
Gruppo 1: MIELODISPLASIE - Stefano D’Ardia, Torino
Gruppo 2: LINFOMA 1 - Carola Boccomini, Torino
Gruppo 3: LINFOMA 2 - Federica Cavallo, Torino
Gruppo 4: LLC - Candida Vitale, Torino
Gruppo 5: SINDROMI MIELOPROLIFERATIVE - Giulia Benevolo, Torino
Gruppo 6: LEUCEMIE ACUTE - Chiara Frairia, Torino
ORE 13.00
Lunch

Sessione 3: Stato dell’arte e nuove prospettive terapeutiche nei disordini Mieloproliferativi acuti e cronici

ORE 14.00
Sindromi mieloproliferative PH negative
Francesco Passamonti, Varese
ORE 14.45
Profilo citogenetico e molecolare e suo significato prognostico nelle mielodisplasie e nelle leucemie acute mieloidi
Daniela Cilloni, Orbassano (To)
ORE 15.30
Le Mielodisplasie
Emanuele Angelucci, Genova
ORE 16.15
Leucemia mieloide acuta nell’anziano
Ernesta Audisio, Torino
ORE 17.00
Coffee break
ORE 17.15
Target Therapy nella patologia mieloide e linfoide dell’anziano
Giovanna Rege Cambrin, Orbassano (To)
ORE 18.00

Caso clinico

Leucemia mieloide acuta o Mielodisplasia
ORE 18.15
Discussione
ORE 18.30
Conclusioni della giornata

Mercoledì 15 novembre

ORE 8.45
Leucemia linfatica cronica
Massimo Massaia, Cuneo
ORE 9.30
FREQUENZA CLINICA 2
Gruppo 1: LINFOMA 1 - Carola Boccomini, Torino
Gruppo 2: SINDROMI MIELOPROLIFERATIVE - Giulia Benevolo, Torino
Gruppo 3: MIELODISPLASIE - Stefano D’Ardia, Torino
Gruppo 4: LEUCEMIE ACUTE - Chiara Frairia, Torino
Gruppo 5: LINFOMA 2 - Federica Cavallo, Torino
Gruppo 6: LLC - Candida Vitale, Torino
ORE 13.00
Lunch

Sessione 4: Neoplasie Ematologiche dell’anziano: linfomi follicolari

ORE 14.00
Linfomi follicolari: la terapia standard - Luca Arcaini, Pavia
ORE 14.45
Nuove prospettive di trattamento nei linfomi follicolari: chemofree therapy - Marco Ladetto, Alessandria
ORE 15.30

Caso clinico

Linfoma follicolare
ORE 15.45
Questionario di apprendimento
ORE 16.00
Conclusioni
Marco Ladetto, Giuseppe Saglio, Umberto Vitolo
ORE 16.30
Chiusura del corso

Informazioni generali

Coordinatori e Responsabili Scientifici

Dr. Marco Ladetto, Alessandria

Prof. Giuseppe Saglio, Torino

Dr. Umberto Vitolo, Torino

Iscrizioni e destinatari

Medici specialisti in Ematologia, Medicina Interna, Oncologia.

ECM

Il Provider Summeet srl (n. 604) ha inserito nel pro- gramma formativo l’evento assegnando 26,5 crediti. L’assegnazione dei crediti è subordinata alla parteci- pazione effettiva all’intero programma e alla veri ca dell’apprendimento

Sede del corso

AULA CERMES - AOU Città della Salute e della Scienza di Torino
Presidio Molinette
Via Cherasco, 15 - Torino

Segreteria organizzativa

Comunicare Torino
Tel. +39 011 660 42 84
Email. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.eventi-comunicare.it

con il patrocinio di

Patrocini

main sponsor

Celgene Roche

sponsor

Abbvie Teva

The young side of lymphoma

Gli under 40 a confronto

Torino, 25-26 settembre 2017

Segreteria Scientifica
Annalisa Chiappella, Ematologia - AOU Città della Salute e della Scienza di Torino
Patrizia Ciammella, Radioterapia - Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia
Alice Di Rocco, Ematologia - Università La Sapienza di Roma
Simone Ferrero, Ematologia - Università degli Studi di Torino
Mario Levis, Radioterapia - AOU Città della Salute e della Scienza di Torino

“The Young Side of Lymphoma” giunge alla sua seconda edizione, dopo la prima edizione di successo che è stata ideata e realizzata da Francesco Merli a Reggio Emilia, sotto l’egida della Fondazione Italiana Linfomi. The Young Side of Lymphoma è un evento interamente disegnato da un comitato scientifico under 40 e destinato ad ematologi in formazione o specialisti appassionati di linfoma di pari età, con la moderazione di colleghi under 45.

La formula è basata sulla presentazione di un caso clinico che serve ad introdurre un aggiornamento sulle più recenti novità nella diagnosi e del trattamento del linfoma, lasciando poi spazio ad una ampia discussione tra tutti i partecipanti, in modo da consentire uno scambio dinamico e informale sui temi più controversi.

Nell’edizione del 2017 è più ricca la sessione emolinfopatologica, volta a discutere il ruolo e l’integrazione delle nuove tecnologie nella diagnosi del linfoma. Sono inoltre state implementate le relazioni sull’utilizzo della radioterapia, anche in sottotipi di linfomi in cui questo trattamento è meno radicato. Un largo spazio è lasciato al ruolo dei nuovi farmaci nel trattamento del linfoma soprattutto nel setting del paziente recidivato e refrattario, e alle prospettive terapeutiche nei sottotipi istologici a prognosi più sfavorevole.

La cornice di Torino vuole quindi essere un ritrovo per rafforzare la conoscenza dei giovani ematologi appassionati di linfomi, per consentire a chi rappresenta il futuro della Fondazione Italiana Linfomi di crescere intellettualmente per poter svolgere un ruolo significativo non solo a livello nazionale ma anche nel panorama scientifico internazionale.


Dottor Umberto Vitolo
Direttore Ematologia Ospedaliera
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino

Programma

Lunedì 25 settembre

ORE 14.00
Presentazione e Saluto
Umberto Vitolo, Umberto Ricardi, Maurizio Martelli

Sessione 1: Interazione tra linfopatologi ed ematologi

Moderatori: Simone Ferrero, Alessandra Romano

ORE 14.20
Il ruolo del linfopatologo nel 2017: quando usare nanostring e citogenetica
Valentina Tabanelli
ORE 14.50
Bersagli molecolari per una strategia mirata: non proprio così semplice
Dania Benedetti
ORE 15.10
Il microambiente tumorale nei linfomi: una possibile alternativa terapeutica?
Sabino Ciavarella
ORE 15.30
Il ruolo dei biomarcatori nei linfomi T
Francesco Maura
ORE 15.50
Coffee break

Sessione 2: Linfomi indolenti

Moderatori: Annalisa Chiarenza, Michele Merli

ORE 16.10
Macroglobulinemia di Waldenstrom
Anna Maria Frustaci
ORE 16.30
Linfoma follicolare in prima linea: quale terapia di associazione?
Giuseppina Uccello
ORE 16.50
Linfoma follicolare in recidiva e refrattari: nuovi approcci terapeutici
Antonino Mulè
ORE 17.10
Linfomi indolenti in stadio localizzato: quale ruolo per la low-dose radiotherapy
Patrizia Ciammella
ORE 17.30
Problematiche trombotico-emorragiche nell’era dei nuovi farmaci
Federica Valeri
ORE 17.50
Tavola rotonda e discussione
ORE 18.30
Conclusioni prima giornata
Alice Di Rocco, Simone Ferrero

Martedì 26 settembre

Sessione 3: Linfoma di Hodgkin

Moderatori: Giacomo Loseto, Gabriele Simontacchi

ORE 8.30
Il linfoma di Hodgkin in stadio localizzato
Benedetta Puccini
ORE 8.50
Il ruolo della radioterapia nel linfoma di Hodgkin nel 2017
Cristina Piva
ORE 9.10
Nuove prospettive terapeutiche nel linfoma di Hodgkin R/R: checkpoint inhibitors e brentuximab vedotin da soli, in associazione o sequenziali?
Luca Nassi
ORE 9.30
Il trapianto allogenico nel HD R/R: quando e come nell’era dei nuovi farmaci
Moreno Festuccia
ORE 9.50
Coffee break

Sessione 4: Linfomi aggressivi

Moderatori: Annalisa Chiappella, Alice Di Rocco

ORE 10.10
Linfoma mantellare: integrazione di nuovi farmaci in I linea e recidiva
Stefano Volpetti
ORE 10.30
Linfoma a grandi cellule B: R-CHOP è ancora lo standard?
Matteo Pelosini
ORE 10.50
Linfoma a cellule T recidivato e refrattario: nuovi approcci terapeutici
Alessandro Broccoli
ORE 11.10
Il ruolo della radioterapia nel PCNSL
Mario Levis
ORE 11.30
Tavola rotonda e discussione
ORE 12.45
Questionario ECM
ORE 18.30
Conclusioni
Annalisa Chiappella, Mario Levis

Informazioni generali

Segreteria Scientifica

Annalisa Chiappella
Ematologia - AOU Città della Salute e della Scienza di Torino

Patrizia Ciammella
Radioterapia - Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia

Alice Di Rocco
Ematologia - Università La Sapienza di Roma

Simone Ferrero
Ematologia - Università degli Studi di Torino

Mario Levis
Radioterapia - AOU Città della Salute e della Scienza di Torino

Destinatari

Medici Chirurghi specialisti in Ematologia, Medicina Interna, Oncologia, Radioterapia, Anatomia Patologica, Medicina Nucleare

ECM

Il Provider Summeet srl (n. 604) ha inserito nel programma formativo l’evento assegnando 9 crediti. L’assegnazione dei crediti è subordinata alla partecipazione effettiva all’intero programma e alla veri ca dell’apprendimento.

Sede del corso

AULA LENTI - AOU Città della Salute e della Scienza di Torino
Presidio Molinette
Corso Bramante, 88 - Torino

Segreteria organizzativa

Comunicare Torino
Tel. +39 011 660 42 84
Email. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.eventi-comunicare.it

con il patrocinio di

Patrocini

main sponsor

Gilead Janssen

sponsor

Bristol-Myers Squibb Celgene Roche Takeda

Corso teorico-pratico per la gestione ottimale dei pazienti affetti da linfoma mantellare, linfoma follicolare e leucemia linfatica cronica

Torino, 8-9-10 maggio 2017

Segreteria Scientifica
Marta Coscia, AOU Città della Salute e della Scienza di Torino - Presidio Molinette
Massimo Massaia, AO Santa Croce e Carle, Cuneo - Università degli Studi di Torino
Lorella Orsucci, AOU Città della Salute e della Scienza di Torino - Presidio Molinette

Questo evento sarà l’occasione per fare il punto sui criteri e i parametri necessari per una corretta impostazione diagnostica dei pazienti affetti da linfoma mantellare, linfoma follicolare e leucemia linfatica cronica, sulla base delle nuove evidenze scientiche.
Durante l’incontro verranno affrontate le diverse possibilità terapeutiche nei pazienti sia giovani sia anziani e verranno presentate le diverse terapie sia quelle tradizionali, standard sia quelle più recenti ed innovative. Verrà inoltre data particolare attenzione alla gestione pratica dei pazienti in terapia con nuovi farmaci biologici e alla gestione degli effetti collaterali.
L’evento sarà strutturato con presentazioni frontali sull’inquadramento diagnostico sia molecolare ed immunofenotipico che radiologico, seguite da relazioni sui principali aspetti terapeutici ed arricchito da lavori di gruppo utili per implementare al meglio nella pratica clinica le nozioni acquisite. Inoltre i partecipanti avranno la possibilità di una frequenza pratica negli ambulatori e nei reparti dell’ematologia con un tutor dedicato con cui affrontare “sul campo” le difficoltà terapeutiche in questi pazienti.

Programma

Lunedì 8 - I giornata

ORE 9.00
Welcome coffee, registrazione dei partecipanti e apertura del corso
ORE 9.30
FREQUENZA CLINICA I
Introduzione al corso - Umberto Vitolo
Divisione dei partecipanti in gruppi, affidamento ai tutor e frequenza negli ambulatori e DH
ORE 13.30
Lunch

I sessione: Ruolo dell’imaging nelle malattie linfoproliferative

ORE 14.30
Ruolo della TC
Giorgio Limerutti
ORE 15.15
Ruolo della PET
Alberto Biggi
ORE 16.00
Coffee Break

II sessione: Diagnostica di laboratorio

ORE 16.30
La citofluorimetria nella diagnosi e nella definizione della risposta
Paola Omedè
ORE 17.15
Le alterazioni molecolari e citogenetiche nella Leucemia Linfatica Cronica e nel Linfoma Mantellare
Gianluca Gaidano
ORE 18.00
Conclusioni della giornata
Umberto Vitolo

Martedì 9 - II giornata

ORE 9.00
Welcome coffee
ORE 9.30
ATTIVITÀ PRATICA
Divisione dei partecipanti in gruppi, affidamento ai tutor e frequenza negli ambulatori e DH
ORE 13.00
Lunch

III sessione: Stato dell’arte e approcci terapeutici nel Linfoma Follicolare

ORE 14.00
Il trattamento del Linfoma Follicolare in I linea
Carola Boccomini
ORE 14.45
La terapia delle recidive e nuovi farmaci nel Linfoma Follicolare
Luca Arcaini

IV sessione: Stato dell’arte e approcci terapeutici nella Leucemia Linfatica Cronica

ORE 15.30
Terapia dei pazienti in prima linea
Lorella Orsucci
ORE 16.15
Terapia dei pazienti in recidiva
Marta Coscia
ORE 17.00
Coffee Break
ORE 17.15
Inibitori di BCL2: meccanismo di azione e nuove prospettive terapeutiche
Massimo Massaia
ORE 18.00
La gestione pratica e il controllo degli effetti collaterali dei pazienti in terapia con nuovi farmaci biologici
Candida Vitale
ORE 18.45
Conclusioni della giornata
Umberto Vitolo

Mercoledì 10 - III giornata

ORE 9.00
FREQUENZA CLINICA 2
Divisione dei partecipanti in gruppi, affidamento ai tutor e discussione di casi clinici selezionati

V sessione: Stato dell’arte e approcci terapeutici nel Linfoma Mantellare

ORE 11.00
Linfoma Mantellare: terapia di I linea
Maurizio Martelli
ORE 11.45
Linfoma Mantellare: il trattamento delle recidive e nuovi farmaci
Francesco Zaja
ORE 12.30
Il ruolo della MRD nel Linfoma Mantellare e Follicolare
Marco Ladetto
ORE 13.00
Conclusioni
Umberto Vitolo
ORE 13.15
Compilazione questionario ECM

Informazioni generali

Segreteria Scientifica

Marta Coscia
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino
Presidio Molinette

Massimo Massaia
AO Santa Croce e Carle, Cuneo
Università degli Studi di Torino

Lorella Orsucci
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino
Presidio Molinette

Destinatari

Medici chirurghi – Discipline: ematologia, medicina interna, oncologia

ECM

il Provider Summeet srl (n. 604) ha inserito nel programma formativo l’evento assegnando 24,7 crediti. L’assegnazione dei crediti è subordinata alla partecipazione effettiva all’in- tero programma e alla veri ca dell’apprendimento.

Sede del corso

Aula CERMS - AOU Città della Salute e della Scienza di Torino
Presidio Molinette
Via Cherasco, 15 - Torino

Segreteria organizzativa

Comunicare Torino
Tel. +39 011 660 42 84
Email. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.eventi-comunicare.it

main sponsor

Gilead Janssen

si ringrazia

Abbvie

Incontro di aggiornamento sui disordini linfoproliferativi e sui protocolli della fondazione italiana linfomi

Torino, 25 novembre 2016

Responsabile Scientifico
Dr. Umberto Vitolo, Torino

I disordini linfoproliferativi sono un gruppo di neoplasie che comprende principalmente le leucemie linfatiche croniche ed i linfomi, che hanno origine dai linfociti B o dai linfociti T e costituiscono nel loro complesso la neoplasia ematologica più frequente. L’incidenza dei LNH è in continua crescita e aumenta all’aumentare dell’età, raggiungendo un picco dopo i 70 anni e con una mediana di insorgenza di 65 anni. Alcuni LNH aggressivi tendono ad interessare soggetti più giovani con una mediana di incidenza intorno ai 40 anni. I linfomi sono, in generale, patologie chemio e radiosensibili, e quindi, chemioterapia e radioterapia sono le principali armi a disposizione. Negli ultimi anni sono stati sviluppati nuovi farmaci cosiddetti “biologici” il cui impiego ha consentito di aumentare significativamente il tasso di risposte, la sopravvivenza libera da malattia e la sopravvivenza globale. La prognosi dei pazienti affetti da linfoma è molto migliorata nel corso del tempo grazie all’apporto di studi clinici e all’introduzione di nuovi farmaci che risultano ben tollerati dai soggetti e apportano minore tossicità. Tutte le terapie antineoplastiche esigono il rispetto di protocolli e regole comportamentali particolari. La Fondazione Italiana Linfomi ONLUS è un organo di coordinamento delle attività svolte in Italia nel campo dei linfomi da oltre 120 Centri distribuiti su tutto il territorio nazionale, con lo scopo di migliorare la loro capacità di ricerca e di assistenza. Non ha scopo di lucro in quanto persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale, svolgendo infatti attività di ricerca scientifica nel campo dei linfomi tramite la promozione di studi clinici. La prima sessione sarà dedicata ad un focus sul linfoma a grandi cellule B con un resoconto sulla nuova classificazione WHO ed un aggiornamento sui trattamenti chemio e radioterapici per i pazienti giovani ed anziani. La seconda sessione sarà dedicata ai linfomi extranodali a localizzazione cerebrale gastrica. Vi sarà, inoltre, un aggiornamento dei protocolli FIL in corso. Ogni relatore svilupperà la propria relazione con il fine di affrontare e discutere collegialmente le problematiche di quotidiana presentazione e di valutare collegialmente le conseguenti opzioni terapeutiche sulla base dell’esperienza e dei risultati pubblicati in letteratura. È lasciato ampio spazio alla discussione con i partecipanti. L’incontro è riservato ai centri ematologici operanti in Piemonte, Liguria e Lombardia e rappresenta un’importante opportunità di aggiornamento sui disordini linfoproliferativi sia per ematologied oncologi esperti in tal campo e sia per ematologi ed oncologi o medici internisti con meno esperienza in tale campo, ma che devono seguire quotidianamente tali pazienti.

Programma

ORE 9.00
Welcome coffee e registrazione
ORE 9.30
Apertura dei lavori

Linfomi a grandi cellule B
Moderatori: Maurizio Martelli, Roma; Umberto Vitolo, Torino

ORE 9.45
Update Classificazione WHO 2016 Stefano Pileri, Milano
Stefano Pileri, Milano
ORE 10.15
Discussione
ORE 10.30
La terapia dei Linfomi DLBCL può cambiare nei diversi sottotipi della nuova WHO?
Annalisa Chiappella, Torino
ORE 10.50
Ruolo della radioterapia nei Linfomi a grandi cellule
Umberto Ricardi, Torino
ORE 11.10
Discussione
ORE 11.30

Letteratura

Linfomi primitivi del mediastino: terapia standard, ruolo della PET e nuove prospettive

Maurizio Martelli, Roma

Presenta: Umberto Vitolo, Torino

ORE 12.00
Discussione
ORE 12.15

Letteratura

Linfomi gastrici del MALT

Annarita Conconi, Biella

Presenta: Lorella Orsucci, Torino

ORE 12.45
Discussione
ORE 13.00
Colazione di lavoro
ORE 14.00

Aggiornamenti dei protocolli FIL

Moderatori: Marco Ladetto, Alessandria; Massimo Massaia, Torino

Linfomi di Hogkin - Barbara Botto, Torino
Linfomi indolenti non follicolari - Lorella Orsucci, Torino
Linfomi follicolari - Marco Ladetto, Alessandria
Linfomi a grandi cellule - Manuela Zanni, Novara
Linfomi mantellari - Simone Ferrero, Torino
Linfomi T - Annalisa Chiappella, Torino

ORE 16.30
Discussione
ORE 16.45
Compilazione questionario ECM
ORE 17.00
Conclusioni e chiusura dei lavori
Umberto Vitolo, Torino; Marco Ladetto, Alessandria

Informazioni generali

Responsabile scientifico

Umberto Vitolo
Direttore SC Ematologia Ospedaliera
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino - Presidio Molinette

Iscrizioni

La partecipazione al Convegno è gratuita, sino ad esaurimento dei posti disponibili. Per iscriversi è necessario telefonare o inviare una mail con i dati del richiedente alla Segreteria Organizzativa

Destinatari

Medici specialisti in: Oncologia, Ematologia.

Segreteria Scientifica

Fondazione Italiana Linfomi Onlus
c/o S.C. Emodialisi - II Piano
AON SS. Antonio e Biagio e C. Arrigo
Via Venezia, 16 - 15121 Alessandria
Tel. 0131/206071 Fax 0131/263455

Iscrizioni

La partecipazione al Corso è gratuita, sino ad esaurimento dei posti disponibili. Per iscriversi è necessario telefonare o inviare una mail con i dati del richiedente alla segreteria organizzativa.

Corso teorico-pratico per la gestione ottimale del paziente anziano affetto da neoplasie ematologiche

Torino, 3-4 ottobre 2016

Coordinatori e Responsabili Scientifici
Dr. Alessandro Levis, Alessandria
Prof. Giuseppe Saglio, Torino
Dr. Umberto Vitolo, Torino

Le emopatie dell’anziano sono un problema sempre più attuale, come conseguenza dell’incremento dell’età media della popolazione e dell’aumento di incidenza di queste patologie con l’aumentare dell’età. La prognosi dei pazienti anziani è in genere peggiore, la tolleranza ai citostatici ridotta e la tossicità più elevata. La terapia antineoplastica in età avanzata esige perciò il rispetto di protocolli e regole comportamentali particolari. Non sempre schemi terapeutici a ridotta intensità sono la soluzione ideale, mentre è rilevante una strategia modulata sulla base della fragilità geriatrica valutata con gli strumenti disponibili, quali le scale di comorbilità o i questionari sullo stato di attività (PS, ADL, IADL, mini mental scale, ecc.). Il corso intende affrontare il tema della strategia terapeutica da impiegare nelle emopatie dell’anziano. Il corso si struttura in una prima parte introduttiva dedicata alla gestione della salute nel paziente anziano, della fisiologica senescenza dell’emopoiesi, delle tossicità ematologiche e del rischio trombo embolico. Le sessioni successive saranno dedicate alla gestione delle specifiche patologie ematologiche con i percorsi terapeutici più razionali e l’eventuale sviluppo di target-therapy, più efficace e meno tossica.

Nel corso sono inoltre previste:

  • una sessione infermieristica in cui verrà discusso il ruolo dell’infermiere nella valutazione dei bisogni assistenziali e terapeutici del paziente anziano. Particolare attenzione verrà posta alla possibilità di integrazione medico-infermiere nella gestione della terapia ambulatoriale e di day-hospital ed al ruolo infermieristico nella valutazione della tossicità da chemioterapia
  • una sessione di frequenza clinica dove i discenti saranno suddivisi in piccoli gruppi di frequenza pratica negli ambulatori e nel Day-hospital dei Reparti di Ematologia Ospedaliera e Universitaria sotto la supervisione di tutors dedicati.

Lunedì 3

ORE 9.30
Welcome coffee e registrazione dei partecipanti e apertura del corso

i sessioneInquadramento e gestione del paziente anziano

ORE 10.00
Valutazione geriatrica del paziente ematologico come base per la terapia
Michele Spina
ORE 11.00
Valutazione della cardiotossicità
Daniela Cardinale
ORE 12.00
Gestione del rischio trombo-embolico e profilassi
Roberto Santi
ORE 13.00
Discussione
ORE 13.15
Lunch

ii sessioneStato dell'arte e nuove prospettive terapeutiche nei disordini linfoproliferativi dell'anziano

ORE 14.15
Possibilità di target therapy nella patologia linfomatosa dell'anziano
Gianluca Gaidano
ORE 15.00
Linfoma Mantellare
Francesco Zaja
ORE 15.45
Coffee Break
ORE 16.00
Leucemia linfatica cronica
Lorella Orsucci
ORE 16.45
Linfomi follicolari e ruolo del mantenimento
Marco Ladetto
ORE 17.30
Obinituzomab: meccanismo d'azione e ruolo nella terapia della Leucemia Linfatica Cronica e nei Linfomi follicolari
Umberto Vitolo
ORE 18.15
Discussione
ORE 18.30
Conclusioni della giornata

Martedì 4

iii sessioneIl Ruolo dell'infermiere

ORE 9.00
Integrazione infermiere-medico nella gestione della terapia ambulatoriale o di day hospital
Silvia Boscolo
ORE 9.30

Frequenza clinica 1

Divisione dei partecipanti in gruppi e frequenza negli ambulatori e DH:

gruppo 1: linfoma 1
gruppo 2: linfoma 2
gruppo 3: LLC
gruppo 4: sindromi mieloproliferative
gruppo 5: leucemie acute e mds

ORE 13.00
Lunch

iv sessioneStato dell'arte e nuove prospettive terapeutiche nelle patologie mieloidi acute e croniche nel paziente anziano

ORE 14.00
Le Mielodisplasie
Emanuele Angelucci
ORE 15.00
Leucemia mieloide acuta nell'anziano
Ernesta Audisio
ORE 16.00
Target Therapy nella patologia mieloide dell'anziano
Giovanna Rege Cambrin
ORE 17.00
Discussione
ORE 17.00
Conclusioni
Alessandro Levis
Giuseppe Saglio
Umberto Vitolo

Informazioni generali

Iscrizioni e destinatari

Medici specialisti in Ematologia, Medicina Interna, Oncologia. Adesioni fino ad esaurimento dei 25 posti disponibili.

ECM-Provider

Il Provider Summeet srl (n. 604) ha inserito nel programma formativo l’evento assegnando 19 crediti. L’assegnazione dei crediti è subordinata alla partecipazione effettiva all’intero programma e alla verifica dell’apprendimento.

Sede del corso

Aula CERMS
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino, Presidio Molinette

Via Cherasco, 15 - Torino

Segreteria organizzativa

Comunicare Torino
Tel. +39 011 660 42 84
Email. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.educazioneprevenzionesalute.it

con il patrocinio di

FIL

si ringrazia

Roche

Corso teorico-pratico per la gestione ottimale dei pazienti

Affetti da linfoma mantellare, linfoma follicolare e leucemia linfatica cronica

Torino, 4-5-6 aprile 2016

Coordinatore

Umberto Vitolo
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino
Presidio Molinette

Questo evento sarà l’occasione per fare il punto sui criteri e parametri necessari per una corretta impostazione diagnostica dei pazienti affetti da linfoma mantellare, linfoma follicolare e leucemia linfatica cronica, sulla base delle nuove evidenze scientifiche. Durante l’incontro verranno affrontate le diverse possibilità terapeutiche sia nei pazienti giovani che anziani e verranno presentate le diverse terapie sia quelle tradizionali, standard sia quelle più recenti ed innovative. Verrà inoltre data particolare attenzione alla gestione pratica dei pazienti in terapia con nuovi farmaci biologici e alla gestione degli effetti collaterali. L’evento sarà strutturato con presentazioni frontali sull’inquadramento diagnostico sia molecolare e immunofenotipico sia radiologico, seguite da relazioni sui principali aspetti terapeutici e arricchito da lavori di gruppo utili per implementare al meglio nella pratica clinica le nozioni acquisite. Inoltre i partecipanti avranno la possibilità di una frequenza pratica negli ambulatori e nei reparti dell’ematologia con un tutor dedicato con cui affrontare “sul campo” le difficoltà terapeutiche in questi pazienti.

Lunedì 4 - I giornata

ORE 9.00
Welcome coffee e registrazione dei partecipanti e apertura del corso
ORE 9.15
Introduzione al corso
U. Vitolo
ORE 9.30

Frequenza clinica I

Divisione dei partecipanti in gruppi, frequenza negli ambulatori e DH
ORE 13.30
Lunch

I sessione Diagnostica di laboratorio

ORE 14.30
La citofluorimetria nella diagnosi e nella definizione della risposta
P. Omedè
ORE 15.15
Le alterazioni molecolari e citogenetiche nella Leucemia Linfatica Cronica e nel Linfoma Mantellare
ORE 16.00
Coffee Break

II sessione Ruolo dell'imaging nelle malattie linfoproliferative

ORE 16.30
Ruolo della TC
G. Limerutti
ORE 17.15
Ruolo della PET
M. Bellò
ORE 18.00
Conclusioni della giornata

Martedì 5 - II giornata

ORE 9.00
Welcome coffee
ORE 9.30

Attività pratica

Divisione dei partecipanti in gruppi, frequenza negli ambulatori e DH
ORE 13.00
Lunch

III sessione Stato dell'arte e approcci terapeutici nel Linfoma Mantellare

ORE 14.00
Linfoma Mantellare: terapia di I linea
C. Visco
ORE 14.45
Linfoma Mantellare: il trattamento delle recidive e nuovi farmaci
F. Zaja
ORE 15.30
Il ruolo della MRD nel Linfoma Mantellare
ORE 16.00
Coffee Break

IV sessione Stato dell'arte e approcci terapeutici nel Linfoma Follicolare

ORE 16.30
Il trattamento del Linfoma Follicolare in I linea
C. Boccomini
ORE 17.15
La terapia delle recidive e nuovi farmaci nel Linfoma Follicolare
L. Arcaini
ORE 18.00
La malattia minima residua nel Linfoma Follicolare
S. Ferrero
ORE 18.30
Conclusioni della giornata

Mercoledì 6 - III giornata

ORE 9.00

Frequenza clinica 2

Divisione dei partecipanti in gruppi, frequenza negli ambulatori e DH

V sessione Stato dell'arte e approcci terapeutici nella Leucemia Linfatica Cronica

ORE 11.00
Terapia dei pazienti in I linea
M. Coscia
ORE 11.45
Terapia dei pazienti in recidiva
M. Massaia
ORE 12.30
La gestione pratica e il controllo degli effetti collaterali dei pazienti in terapia con nuovi farmaci biologici
L. Orsucci
ORE 13.15
Compilazione questionario ECM
ORE 13.30
Conclusioni
U. Vitolo

Informazioni generali

Coordinatore

Umberto Vitolo
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino
Presidio Molinette

Destinatari

Medici chirurghi – Discipline: Ematologia, Medicina Interna, Oncologia.

Segreteria Scientifica

Marta Coscia
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino – Presidio Molinette
Massimo Massaia
AO Ordine Mauriziano di Torino
Università degli Studi di Torino
Lorella Orsucci
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino – Presidio Molinette

ECM-Provider

Il Provider Summeet srl (n. 604) ha inserito nel programma formativo l’evento, assegnando 24,6 crediti ECM. L’assegnazione dei crediti è subordinata alla partecipazione effettiva all’intero programma e alla verifica dell’apprendimento.

Sede del corso

Aula CERMS
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino, Presidio Molinette

Via Cherasco, 15 - Torino

Segreteria organizzativa

Comunicare Torino
Tel. +39 011 660 42 84
Email. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.educazioneprevenzionesalute.it

main sponsor

Gilead Janssen

si ringrazia

Mundipharma

Ongoing and novel FIL protocols for MCL

Torino, 1 aprile 2016

Coordinatore

Umberto Vitolo
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino
Presidio Molinette

 

Programma

ORE 9.30
Welcome coffee
ORE 10.00
Benvenuto e Introduzione
Umberto Vitolo, Torino
Maurizio Martelli, Roma

The Triangle study

Moderatori: Umberto Vitolo, Torino; Maurizio Martelli, Roma

ORE 11.00
Concezione e caratteristiche dello Studio
Marco Ladetto, Alessandria
ORE 11.15
MRD e altri studi biologici
Simone Ferrero, Torino
ORE 11.30
Ruolo della FIL, procedure dello studio e operative
Emanuela Anna Pesce, Modena
ORE 12.00
Farmacovigilanza
Daniela Gioia, Alessandria
ORE 12.15
Discussione
ORE 12.30
Lunch

Update protocolli FIL nei Linfomi Mantellari

Moderatori: Annalisa Chiappella, Torino; Monica Balzarotti, Rozzano, MI

ORE 13.30
Linfomi Mantellari anziani: R-BAC e nuove proposte
Calro Visco, Vicenza
ORE 13.50
R2-B e nuove proposte per i pazienti recidiva
Stefano Volpetti, Udine
ORE 14.10
MCL-0208
Sergio Cortelazzo, Bergamo
ORE 14.30
MCL-0208: Studi biologici ancillari
Simone Ferrero, Torino
ORE 14.50
Mantellari Indolenti
Annalisa Chiappella
ORE 15.10
Discussione
ORE 16.00
Conclusioni
Umberto Vitolo, Torino
Maurizio Martelli, Roma

Informazioni generali

Responsabili Scientifici

Marco Ladetto
Direttore SC Ematologia
AON SS. Antonio e Biaggio e C. Arrigo, Alessandria

Umberto Vitolo
Direttore SC Ematologia Ospedaliera
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino
Presidio Molinette

Destinatari

Medici specialisti in: Oncologia, Ematologia.

Segreteria Scientifica

Fondazione Italiana Linfomi Onlus
c/o S.C. Emodialisi - II Piano
AON SS. Antonio e Biagio e C. Arrigo
Via Venezia, 16 - 15121 Alessandria
Tel. 0131/206071 Fax 0131/263455

Iscrizioni

La partecipazione al Corso è gratuita, sino ad esaurimento dei posti disponibili. Per iscriversi è necessario telefonare o inviare una mail con i dati del richiedente alla segreteria organizzativa.