CHIUDI
Header image

ASL Città di Torino Ospadale
San Giovanni Bosco
SC Cardiologia

Direttore: Dr.ssa Patrizia Noussan

In primo piano

Chiusura percutanea dell'auricola sinistra: dalle linee guida alla pratica

Il convegno ha lo scopo di esaminare "step by step” il tema relativo alla procedura di chiusura percutanea dell’auricola sx, dalle Linee Guida alla pratica clinica, dalla selezione dei pazienti attraverso un confronto multidisciplinare, alla presentazione di due “casi live” dal Laboratorio di Emodinamica dell’Ospedale San Giovanni Bosco.

Razionale

La Fibrillazione Atriale (FA) non valvolare è il più comune disturbo del ritmo cardiaco. L’incidenza e prevalenza di questa aritmia è in costante aumento ed almeno il 15-20% di tutti gli ictus ischemici sono associati ad FA.

Nonostante le evidenze sul beneficio della terapia anticoagulante nel ridurre il rischio di ictus ischemico, numerosi studi evidenziano tuttavia un suo sottoutilizzo.

Nella popolazione generale esistono infatti categorie di pazienti affetti da FA gravate da un elevato rischio emorragico e per le quali non vi sono evidenze concrete sul rapporto efficacia-sicurezza degli anticoagulanti.

Secondo le più recenti linee guida della Società europea di Cardiologia la chiusura percutanea dell’auricola, sede del 90% dei trombi, è indicata con classe di raccomandazione IIb, nei pazienti con FA non valvolare ad alto rischio tromboembolico e controindicazione alla terapia anticoagulante a lungo termine.

Il convegno che proponiamo ha lo scopo di esaminare “step by step” il tema relativo alla procedura di chiusura percutanea dell’auricola sx, dalle Linee Guida alla pratica clinica, dalla selezione dei pazienti attraverso un confronto multidiciplinare, alla presentazione di due “casi live” dal Laboratorio di Emodinamica dell’Ospedale San Giovanni Bosco.

 
 

Chiusura percutanea dell'auricola sinistra: dalle LINEE GUIDA alla PRATICA

08/05/2018

La Fibrillazione Atriale (FA) non valvolare è il più comune disturbo del ritmo cardiaco. L’incidenza e prevalenza di questa aritmia è in costante aumento ed almeno il 15-20% di tutti gli ictus ischemici sono associati ad FA.

Sala Carlo Ravetti - Ospedale San Giovanni Bosco, Torino

scopri di più

Nonostante le evidenze sul beneficio della terapia anticoagulante nel ridurre il rischio di ictus ischemico, numerosi studi evidenziano tuttavia un suo sottoutilizzo.

Nella popolazione generale esistono infatti categorie di pazienti affetti da FA gravate da un elevato rischio emorragico e per le quali non vi sono evidenze concrete sul rapporto efficacia-sicurezza degli anticoagulanti.

Secondo le più recenti linee guida della Società europea di Cardiologia la chiusura percutanea dell’auricola, sede del 90% dei trombi, è indicata con classe di raccomandazione IIb, nei pazienti con FA non valvolare ad alto rischio tromboembolico e controindicazione alla terapia anticoagulante a lungo termine.

Il convegno che proponiamo ha lo scopo di esaminare “step by step” il tema relativo alla procedura di chiusura percutanea dell’auricola sx, dalle Linee Guida alla pratica clinica, dalla selezione dei pazienti attraverso un confronto multidiciplinare, alla presentazione di due “casi live” dal Laboratorio di Emodinamica dell’Ospedale San Giovanni Bosco.

Programma

Ore 08:15

Registrazione partecipanti

Ore 08:30

Saluto Autorita’ e presentazione del congresso

Direttore generale ASL Città di Torino e autorità GISE

I Sessione
Moderatori: M. Conte, F. Gaita, P. Noussan
Esperti: C. Amellone, G. Montegrosso

Ore 08:40

I limiti degli score di rischio trombotico ed emorragico nel paziente fragile con fibrillazione atriale

F. Ugo

Ore 08:55

Nuovi e vecchi anticoagulanti orali

E. Petitti

Ore 09:10

Chiusura dell’auricola sinistra: update 2018

P. Mazzone

Ore 09:25

Discussione

II Sessione
Moderatori: A. Chinaglia, M. Giusti, M. Marcolongo
Controindicazioni alla terapia anticoagulante orale

Esperti: I. Battaglini, M. Bazzan, E. Duc, F. Melis, P. Pignatta

Ore 09:45

Il punto di vista dell’ematologo

A. Vaccarino

Ore 10:00

Il punto di vista del neurologo

R. Cavallo

Ore 10:15

Il punto di vista del nefrologo

C. Massara

Ore 10:30

Il punto di vista del gastroenterologo

A. Garripoli

Ore 10:45

Discussione

Ore 11:00

Coffee break

III Sessione
Moderatori: A. Dellavalle, F. Varbella

Ore 11:30

Procedura di chiusura dell’auricola sinistra step by step

G. Bocuzzi

Ore 11:45

Caso Live dalle sale di Interventistica cardiovascolare (Ospedale San Giovanni Bosco)

Operatori: G. Boccuzzi, F. Ugo
Ecocardio in sala: M. Anselmino, E. Petitti Anestesisti: C. Frangioni, F. Urso Co-Chairman: M. Scaglione
Esperti: E. Brscic, A. Rognoni, G. Tumminello
Coordinatore: R. Garbo

Ore 12:45

Light lunch

IV Sessione
Moderatori: F. Rametta, R. Rosso, G. Vaudano
Imaging dell’auricola sinistra

Esperti: I. Battaglini, M. Bazzan, E. Duc, F. Melis, P. Pignatta

Ore 14:00

Ruolo della TC nella valutazione pre e post impianto

M. Mennuni

Ore 14:15

Ruolo dell’Eco trans esofageo pre, durante e post impianto

M.Anselmino

Ore 14:30

Ruolo dell’ecografia intravascolare durante la procedura

C. Amellone

Ore 14:45

Discussione

V Sessione
Moderatori: M. Giammaria, G. Senatore
Esperti: I. Battaglini, M. Bazzan, E. Duc, F. Melis, P. Pignatta

Ore 15:00

Caso Live dalle sale di Interventistica cardiovascolare (Ospedale San Giovanni Bosco)

Operatori: F. Ugo, G. Boccuzzi
Ecocardio in sala: M. Anselmino, E. Petitti
Anestesisti: A. Costa, A. Deprado Co-Chairman: P. Mazzone
Esperti: F. Ferraris, S. Grossi, E. Pelloni
Coordinatore: S. Colangelo

VI Sessione
Moderatori: G. Pistis, P. Presbitero, M.T. Spinnler
Esperti: P.G. Greco Luchina, E. Meliga

Ore 16:00

Terapia antiaggrente/anticoagulante dopo la chiusura dell’auricola sinistra. Quale e per quanto tempo?

G. Bocuzzi, A. Montabone

Ore 16:15

Il percorso del paziente candidato a chiusura percutanea dell’auricola sinistra. Esperienza del San Giovanni Bosco

F. Colombo

Ore 16:30

Discussione

Ore 17:00

Compilazione questionario ECM

Ore 17:30

Conclusioni

Informazioni generali

Responsabili scientifici

Patrizia Noussan, Giacomo Boccuzzi, Fabrizio Ugo - SC di Cardiologia Ospedale San Giovanni Bosco, Torino

ECM

Il Provider Summeet s.r.l. (n. 604) ha inserito nel programma formativo l’evento assegnando 7 crediti. L’assegnazione dei crediti è subordinata alla partecipazione effettiva all’intero pro- gramma e alla verifica dell’apprendimento.

Destinatari

Medici chirurghi specialisti in: Cardiologia, Neurologia, Gastroenterologia, Medicina interna

Sede

Sala Carlo Ravetti - Ospedale San Giovanni Bosco - Piazza del Donatore di Sangue, 3 - 10154 Torino

Main sponsor
Abbott
Si ringraziano
Boston Scientific Selefar
 
 

Il paziente fragile in CARDIOLOGIA

14/04/2018

L’aumento dell’aspettativa di vita sta portando ad un incremento esponenziale dell’invecchiamento della popolazione nei paesi occidentali.

L’avanzare dell’età si associa a un progressivo incremento del rischio di eventi trombotici ed emorragici.

Nei pazienti anziani farmacocinetica e farmacodinamica degli agenti antitrombotici risultano spesso alterate, con un conseguente rischio di sotto o sovradosaggio e quindi di trombosi e di sanguinamento iatrogeno.

Si viene così a delineare la figura del paziente fragile, affetto da plurime comorbidità che spesso non riceve le terapie farmacologiche o interventistiche raccomandate sulla base dell’evidenza scientifica.

Il convegno ha lo scopo di esaminare la gestione delle principali patologie cardiovascolari di cui è affetto il paziente fragile ed anziano, dalla fibrillazione atriale alla cardiopatia ischemica, dallo scompenso alla cardiopatia valvolare, con particolare attenzione al trattamento interventistico.

Le sessioni scientifiche saranno interattive.

Programma

Ore 08:15

Registrazione partecipanti

Ore 08:30

Welcome

P. Noussan, G. Boccuzzi, F. Ugo

I sessione
Moderatori: P. Noussan, D. Giai Via

Ore 08:40

Definizione del paziente fragile ed incidenza del problema

G. Montegrosso

TRATTAMENTO DEL PAZIENTE FRAGILE con FIBRILLAZIONE ATRIALE

Ore 08:55

Rate control vs rhythm control

A. De Salvia

Ore 09:10

Nuovi e vecchi anticoagulanti orali: soluzioni e limiti

E. Petitti

Ore 09:25

Alternative alla terapia anticoagulante

G. Boccuzzi

Ore 09:40

Procedura di chiusura auricola sinistra percutanea. Step by step

F. Ugo, M. Anselmino

Ore 09:55

Discussione

II sessione
Moderatori: M. Giusti, G. Avogliero

TRATTAMENTO DEL PAZIENTE FRAGILE con SCOMPENSO CARDIACO

Ore 10:10

Terapia farmacologica

P. Sbarra

Ore 10:25

Terapia elettrica. Quando e in quali pazienti

P. Capasso

Ore 10:40

L’esperienza di un ambulatorio dedicato

C. Calcagnile

Ore 10:50

Discussione

Ore 11:00

Coffee break

III sessione
Moderatori: G. Boccuzzi, E. Cottini

TRATTAMENTO DEL PAZIENTE FRAGILE con CARDIOPATIA ISCHEMICA

Ore 11:15

SINDROME CORONARICA ACUTA
Strategia conservativa vs. invasiva

S. Colangelo

Ore 11:30

ANTIAGGREGANTI E ANTICOAGULANTI: quali e per quanto tempo

P. Noussan

Ore 11:45

CARDIOPATIA ISCHEMICA CRONICA. Terapia farmacologica nel paziente diabetico

P. Zanini

Ore 12:00

Procedura di angioplastica nel paziente fragile. Step by step

M. Iannaccone

Ore 12:15

Discussione

IV sessione
Moderatori: R. Garbo, D. Giai Via

TRATTAMENTO DEL PAZIENTE FRAGILE con VALVULOPATIA AORTICA

Ore 12:30

Epidemiologia della stenosi aortica ed indicazioni al trattamento

F. Colombo

Ore 12:45

Procedura di TAVI. Step by step

G. Boccuzzi

Ore 13:00

Discussione

Ore 13:15

Light lunch

Ore 14:00

Compilazione questionario ECM

Ore 14:15

Conclusioni

Informazioni generali

Responsabili scientifici

Patrizia Noussan, Giacomo Boccuzzi, Fabrizio Ugo - SC di Cardiologia Ospedale San Giovanni Bosco, Torino

Destinatari

Medici chirurghi specialisti in: Cardiologia Medicina Generale (Medici di Famiglia).

Sede

Sala Carlo Ravetti - Ospedale San Giovanni Bosco - Piazza del Donatore di Sangue, 3 - 10154 Torino

ECM

Il Provider SUMMEET srl (n. 604) ha inserito nel programma formativo l’evento assegnando 6 crediti. L’assegnazione dei crediti è subordinata alla partecipazione effettiva all’intero programma e alla verifica dell’apprendimento.

Main Sponsor
Menarini
 
 
Si ringraziano
Astra Zeneca
Bayer
Boheringer Ingelheim
Bristol-Myers Squibb
Daiichi Sankyo
Luso Farmaco - Istituto luso farmaco d'Italia
Novartis
 
 

Chiusura percutanea dell’auricola sinistra: dalle LINEE GUIDA alla PRATICA CLINICA

25/05/2017

La Fibrillazione Atriale (FA) non valvolare è il più comune disturbo del ritmo cardiaco. L’incidenza e prevalenza di questa aritmia è in costante aumento ed almeno il 15-20% di tutti gli ictus ischemici sono associati ad FA

Nonostante le evidenze sul beneficio della terapia anticoagulante nel ridurre il rischio di ictus ischemico, numerosi studi evidenziano tuttavia un suo sottoutilizzo.

Nella popolazione generale esistono infatti categorie di pazienti affetti da FA gravate da un elevato rischio emorragico e per le quali non vi sono evidenze concrete sul rapporto efficacia-sicurezza degli anticoagulanti.

Secondo le più recenti linee guida della Società europea di Cardiologia la chiusura percutanea dell’auricola, sede del 90% dei trombi, è indicata con classe di raccomandazione IIb, nei pazienti con FA non valvolare ad alto rischio tromboembolico e controindicazione alla terapia anticoagulante a lungo termine.

Il convegno che proponiamo ha lo scopo di esaminare “step by step” il tema relativo alla procedura di chiusura percutanea dell’auricola sx, dalle Linee Guida alla pratica clinica, dalla selezione dei pazienti attraverso un confronto multidiciplinare, alla presentazione di due “casi live” dal Laboratorio di Emodinamica dell’Ospedale San Giovanni Bosco.

Programma

Ore 08:15

Registrazione partecipanti

Ore 08:30

Saluti e presentazione del congresso

I sessione
Moderatori: P. Noussan - G. Boccuzzi
Discussants: A. Chinaglia - G. Montegrosso F. Pinneri

Ore 08:40

Stratificazione del rischio trombotico ed emorragico nel paziente con fibrillazione atriale

C. Amellone

Ore 09:00

Nuovi e vecchi anticoagulanti orali: soluzioni e limiti

F. Ugo

Ore 09:20

Chiusura dell’auricola sinistra: studi clinici e trials in corso

G. Boccuzzi

Ore 09:40

Discussione

Ore 10:00

Coffee break

II sessione
Moderatori: M. Giammaria - G. Musumeci

Ore 10:30

Procedura di chiusura dell’auricola sinistra step by step

E. Brscic

Ore 10:45

Caso Live dalle sale di interventistica cardiovascolare (Ospedale San Giovanni Bosco)

Operatori: G. Boccuzzi - F. Ugo - G. Ussia
Ecocardio in sala: M. Anselmino - E. Petitti
Anestesisti: C. Frangioni, F. Urso
Co-Chairmen: M. Scaglione
Esperti: A. Gagnor - F. Milone - I. Scrocca
Coordinatore della sala: R. Garbo

III sessione
Moderatori: R. Cavallo - M.R. Conte
Esperti: I. Battaglini - D. Imperiale - M. Giusti P. Pignatta - D. Roccatello - M. Spandre

Controindicazioni alla terapia anticoagulante orale

Ore 11:45

Il punto di vista dell’ematologo

M. Bazzan

Ore 12:00

Il punto di vista del neurologo

R. Bongioanni

Ore 12:15

Il punto di vista del nefrologo

C. Massara

Ore 12:30

Procedura di chiusura dell’auricola sinistra step by step

E. Brscic

Ore 10:30

Il punto di vista del gastroenterologo

A. Garripoli

Ore 12:45

Discussione

Ore 13:15

Light lunch

IV sessione
Moderatori: G. Senatore - F. Varbella

Ore 14:15

Caso Live dalle sale di interventistica cardiovascolare (Ospedale San Giovanni Bosco)

Operatori: G. Boccuzzi - F. Ugo - G. Ussia
Ecocardio in sala: M. Anselmino, E. Petitti
Anestesisti: A. Costa - A. Deprado
Co-Chairmen: M. Scaglione
Esperti: G. De Luca - F. Ferraris - P. Scacciatella
Coordinatore della sala: S. Colangelo

V sessione
Moderatori: P. Presbitero - M.T. Spinnler
Esperti: P. Corsetti - R. Pozzi

Ore 15:00

Documento di consenso ANMCO/AIAC/SICI-GISE/SICCH chiusura percutanea dell’auricola sinistra

G. Musumeci

Ore 15:20

Analisi costo-efficacia della procedura di chiusura auricola sinistra vs TAO e NAO

P. Noussan

Ore 15:40

Complicanze della procedura di chiusura percutanea dell’auricola sinistra

S. Grossi

Ore 16:00

Discussione

Ore 16:20

Compilazione questionario ECM

Ore 16:30

Conclusioni

<
 
 

Nuove frontiere nel trattamento del paziente fragile

20/05/2017

L’aumento dell’aspettativa di vita sta portando ad un aumento esponenziale dell’invecchiamento della popolazione nei paesi occidentali. L’avanzare dell’età si associa a un progressivo incremento del rischio di eventi trombotici ed emorragici.

Razionale

Nei pazienti anziani farmacocinetica e farmacodinamica degli agenti antitrombotici risultano spesso alterate, con un conseguente rischio di sotto- o sovradosaggio e quindi di trombosi e di sanguinamento iatrogeno. Si viene così a delineare la figura del paziente fragile, affetto da plurime comorbidità che spesso non riceve le terapie farmacologiche o interventistiche raccomandate sulla base dell’evidenza scientifica. Il convegno ha lo scopo di esaminare la gestione delle principali patologie cardiovascolari di cui è affetto il paziente fragile ed anziano, dalla fibrillazione atriale alla cardiopatia ischemica e valvolare, con particolare attenzione al trattamento interventistico. Le sessioni scientifiche saranno interattive con una reale possibilità di confronto tra gli specialisti delle diverse aree mediche.

Programma

Ore 08:15

Registrazione partecipanti

Ore 08:30

Welcome

G. Boccuzzi - P. Noussan - F. Ugo

I sessione
Moderatori: E. Cottini - P. Noussan
IL PAZIENTE FRAGILE

Ore 08:40

Definizione del paziente fragile ed incidenza del problema

G. Montegrosso

Ore 08:55

La fibrillazione atriale. Stratificazione del rischio e trattamento nel paziente fragile

P. Noussan

Ore 09:10

Nuovi e vecchi anticoagulanti orali: soluzioni e limiti

F. Ugo

Possibili controindicazioni alla terapia anticoagulante orale
Ore 09:25

Il parere del medico curante: medico di base riferimento della zona

E. Cottini

Ore 09:40

ll parere del neurologo

R. Bongioanni

Ore 09:55

Il parere del nefrologo

C. Massara

Ore 10:10

Alternative alla terapia anticoagulante

G. Boccuzzi

Ore 10:25

Discussione

Ore 10:40

Coffee break

II interattiva con televoto
Moderatori:E. Cottini - P. Noussan
ABC dell’interventistica percutanea nel paziente fragile

Ore 11:00

Trattamento della stenosi valvolare aortica: valvuloplastica ed impianto di valvola percutanea aortica. Indicazioni. Procedura step by step

G. Boccuzzi

Ore 11:20

Chiusura percutanea dell’auricola sinistra. Indicazioni. Procedura step by step

F. Ugo

Ore 11:40

Angioplastica percutanea. Differenti tipi di stent/differenti tempi di antiaggregazione

S. Colangelo

III sessione
Moderatori:E. Cottini - P. Noussan
Tailoring della terapia medica nel paziente fragile

Ore 12:00

Nuovo documento di consenso ANMCO/GICR-IACPR/SICI-GISE: la gestione clinica del paziente con cardiopatia ischemica cronica

P. Sbarra

Ore 12:15

Presentazione della survey sulla gestione attuale della cardiopatia ischemica

F. Ugo

Ore 12:30

Terapia antiaggregante nell’anziano

P. Zanini

Ore 12:45

Nuovi anticoagulanti orali

E. Petitti

Ore 13:00

Discussione

Ore 13:15

Il trattamento dell’ipertensione nell’anziano

F. Colombo

Ore 13:15

Compilazione questionario ECM

Ore 13:15

Light lunch

Informazioni generali

Responsabili scientifici

Patrizia Noussan, Giacomo Boccuzzi, Fabrizio Ugo - SC di Cardiologia, Ospedale San Giovanni Bosco, Torino

Sede

Sala Carlo Ravetti - Ospedale San Giovanni Bosco Piazza del Donatore di Sangue, 3 10154 Torino

Destinatari

Medici chirurghi specialisti in Cardiologia, Medicina Generale (Medici di Famiglia).

ECM

Il Provider MICOM s.r.l. ha inserito nel programma formativo l’evento assegnando 5 crediti. L’assegnazione dei crediti è subordinata alla partecipazione effettiva all’intero programma e alla verifica dell’apprendimento

 
 

BRIDGING THERAPY

07/10/2016

Si tratta di un incontro di aggiornamento a valenza multidisciplinare relativo alla complessa gestione perioperatoria di pazienti in terapia antitrombotica in quanto affetti da una malattia cardiovascolare o trombo embolica.

Razionale

Questi pazienti in occasione di un intervento chirurgico sono ad elevato rischio emorragico sia per la procedura chirurgica che a causa dei farmaci anticoagulanti assunti. È noto che una complicanza emorragica perioperatoria, oltre che essere causa di aumentata morbilità e mortalità, può inficiare in parte l’efficacia dell’intervento chirurgico stesso, ed è una delle maggiori cause di allungamento dei tempi di ricovero e dei costi per la Struttura Sanitaria.
Anche se la letteratura più recente pone in evidenza l’aumento degli eventi emorragici senza riduzione significativa degli eventi trombotici nell’ambito di un bridging convenzionale, non sono ancora disponibili strategie alternative validate. L’evento si propone di condividere con le diverse figure professionali i dati più recenti relativamente alla tematica, esperienze e criticità con i nuovi anticoagulanti orali e con gli antiaggreganti nel contesto perioperatorio ed uno schema decisionale idoneo a valutare rischio trombotico ed emorragico di ogni singolo paziente e “bridging” appropriato.

Programma

Prima sessione
Moderatori: M. Bazzan, Torino - P. Noussan, Torino

Ore 09:20

Presentazione del documento di Consenso Aziendale

A. Vaccarino, Torino

Ore 09:40

La stratificazione del rischio

G. Montegrosso, Torino

Ore 10:00

Lettura - DOACs: focus, gestione perioperatoria, strategie di reverse

W. Ageno, Varese

Ore 10:30

Discussione

Ore 11:00

Coffee break

Seconda sessione
Moderatori: M.R. Conte, Torino - L. Contino, Alessandria

Ore 11:30

aVK: gestione perioperatoria e strategie di reverse

O. Giachino, Torino

Ore 11:50

Lettura - Stent e Chirurgia

M. Lettino, Milano

Ore 12:20

Discussione

Ore 12:50

Lunch

Terza sessione
Moderatori: M. Giusti, Torino - B. Montaruli, Torino

Ore 13:50

Lettura - Il laboratorio analisi nella gestione dei DOACs

S. Testa, Cremona

Ore 14:20

Esperienza londinese nella gestione perioperatoria della terapia antitrombotica

S. Sciascia, Torino

Ore 14:40

Discussione

Quarta sessione
Moderatori: A. Chinaglia, Torino - R. Leli, Torino G. Montegrosso,Torino

Ore 15:00

La gestione del peri-partum

V. Donvito, Torino

Ore 15:20

Tavola rotonda Chirurghi ed Anestesisti: dubbi e difficoltà

L. D'Urso, Torino - F. Ferrero, Torino - C. Giona, Torino - F. Griva, Torino - P. Grognardi, Torino - S. Livigni, Torino - D. Roccatello, Torino T. - Viora, Torino

Ore 16:15

Nuovi stents a rapida endotelizzazione: quando ed in quali pazienti

G. Boccuzzi, Torino

Ore 16.30

Discussione finale

Ore 16:45

Conclusioni finali

M. Bazzan - P. Noussan

Informazioni generali

Auditorium Banca Popolare di Novara

Piazza San Carlo 196 - Torino

Sponsors
 

Sede del corso

Aula Ravetti

Ospedale San Giovanni Bosco
Piazza del Donatore di Sangue 30 - Torino

Segreteria organizzativa

Comunicare Torino

Tel. +39 011 660 42 84
Email. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.educazioneprevenzionesalute.it